Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/68

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ANNOTAZIONI


NUMISMATICHE GENOVESI





XXVIII.


IL DOGE ISNARDO GUARCO


HA CONIATO MONETA.


Alla insigne raccolta di S. A. R. il Principe Ereditario, era riservata la fortuna, d’altronde ben meritata, di accogliere la prima moneta ed unica fino ad oggi, del nostro ventesimo Doge. La serie Genovese, dapprima rappresentata piuttosto modestamente in quella ricca collezione, si era straordinariamente ingrandita in questi ultimi mesi, e per numero e per importanza. S. A. non celava la Sua compiacenza per questo incremento, dovuto a numerosi acquisti e specialmente a quelli fatti in occasione della vendita Avignone. Ma non mi riuscirebbe facile descrivere la contentezza dell’Augusto Principe, per la scoperta della moneta del Guarco; contentezza, che si mantiene viva ed intensa ancor oggi, sebbene siano passati molti giorni, da quando ritrovò quel soldino in mezzo ad una quantità di altre monete, che non facevano presagire di certo una sorpresa di questa fatta.