Pagina:Rivista italiana di numismatica 1898.djvu/169

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




APPUNTI

di

NUMISMATICA ROMANA




XLVII.

SCAVI DI ROMA NEL 1897.


Un bell’aureo, un bellissimo bronzo coloniale e due medaglioni di bronzo, uno infelice di conservazione, l’altro infelicissimo, ecco quanto mi pervenne di inedito da Roma nel corso del 1897; nè conosco altre novità colà ritrovate durante lo scorso anno, eccettuati tre o quattro aurei del secondo secolo che offrivano qualche piccola variante; ma che non mi fu dato d’acquistare.


AUREO D'AUGUSTO.


Dopo Cohen, N. 373.

    D/ — CAESAR AVGVSTVS. Testa a destra coronata di quercia.

    R/ — P. PETRON · TVRPILIAN III VIR. Lira. (Tav. III, N. 1).

Gr. 8.

L’esemplare noto di quest’aureo di Augusto e Petronio Turpiliano ha sempre la leggenda del rovescio: TVRPILIANVS III VIR. Aggiungerò poi come in quest’aureo, sia nel tipo generalmente conosciuto, sia nella variante ora descritta, la testa d’Augusto porti sempre la corona civica e non quella d’alloro, particolare che non fu avvertito nè da Cohen, nè da Babelon e neppure dal microscopio indagatore dell’amico Bahrfeldt!