Pagina:Rivista italiana di numismatica 1898.djvu/243

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



LE MONETE DI CALIGOLA12


nel Cohen3



Lo dico subito: si tratta di alcune osservazioni ch’io faccio all’opera del Cohen "Descrizione storica delle monete imperiali„, osservazioni che riguardano in ispecial modo una ben piccola parte di questo lavoro di mole, ma che, per essere rivolte a tutte le monete, tanto romane come greche, d’un imperatore, possono, in certa guisa, estendersi anche a quelle degli altri imperatori così da riuscire osservazioni d’indole generale.

A quest’opera ricorrono il compratore e il venditore di monete antiche, ai quali può importar poco se la leggenda d’una moneta sia descritta diversamente da quello che è in realtà, se una moneta sia attribuita piuttosto a una città che a un’altra, sia creduta piuttosto d’un’epoca che d’un’altra, sia stata emessa piuttosto dal senato che dall’imperatore.

I compratori e i venditori di monete hanno bisogno,

  1. NB. — Sento il dovere di ringraziare, anche pubblicamente, l’egregio dott. Cav. Solone Ambrosoli, Direttore del Gabinetto Numismatico di Brera, il quale mise a mia disposizione — con premura veramente singolare — tutte le opere di numismatica da me qui citate, rendendo così più agevoli le mie ricerche.
  2. Vedi Appendice. Il soprannome Caligola.
  3. Description historique des monnaies frappées sous l’empire romain. Paris, 2ª ed. 1880. La 1ª edizione, che è dell’anno 1859, sotto certi rispetti, come fu già osservato, è migliore della seconda. Ma tanto l’una che l’altra hanno meriti e pregi grandissimi che tutti non possono disconoscere, e io per primo, nonostante le varie osservazioni che andrò in seguito svolgendo e che riguardano solo il primo volume.