Pagina:Rivista italiana di numismatica 1898.djvu/569

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



BIBLIOGRAFIA



LIBRI NUOVI E PUBBLICAZIONI.


Ad. Holm, Geschichte des sicilischen Münzwesens bis zur Zeit des Augustus; appendice al III vol. della Geschichte Siciliens im Alterthum, pag. 543-741, con VIII tav. in eliot.; Leipzig, 1898.


Il chiarissimo autore della Storia della Sicilia ha voluto completare la grande opera sua con uno sguardo sommario alla monetazione dell’Isola, dalle origini fino al tempo d’Augusto. Quasi ad ogni pagina dei tre grossi volumi e nelle numerose e dotte osservazioni che li accompagnano, l’Holm aveva fatto continui richiami alle monete siciliane, descritte ed illustrate nelle opere dell’Imhoof-Blumer, del Six, del Friedlander, del Von Sallet ecc., accettando e talora completando le loro vedute con una vasta e profonda conoscenza della Storia della Sicilia, frutto di uno studio coscienzioso delle fonti classiche. Alla lunga preparazione scientifica l’A. accoppiò una pratica conoscenza dei monumenti numismatici, acquistata, fin dal 1863, con lo studio della collezione pubblica di Parigi, donde gli venne l’idea di questo manuale, (Gesch. Sic., vol. III, Vorrede, p, VI) ed ancor meglio in seguito, con lo studio delle due collezioni private dell’Imhoof-Blumer e del Six (p. 546), ai quali ha dedicato questo terzo volume.

Il metodo seguito dall’Holm in questo lavoro, se non è nuovo, è assai lodevole per altro. Non fa, come l’Head, la storia delle singole zecche, ma, stabiliti dei periodi in rapporto alla storia civile, politica e alla storia dell’arte, in ciascuno descrive le monete che furon coniate dalle diverse città entro i limiti del tempo che esso abbraccia, riferendo, se il caso lo richiede, quel che riguarda il loro sistema monetale, l’interpretazione dei tipi, la paleografia delle iscrizioni, il valore storico. Con questo metodo fu condotto il lavoro