Pagina:Saggio di racconti.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


RACCONTO I.




ILARIO


La natura ci ha dato il padre e la madre e le dolcezze del loro amore. Il quale amore incomincia dal momento che la madre ci dà il suo latte per mantenerci una vita ricevuta da lei; questo amore accresce e regge le forze e le fatiche del padre per educarci e per istruirci; questo amore ci protegge contro i pericoli dai quali è sempre minacciata la nostra infanzia.

Beati quei figliuoli che sanno meritare l’amore e l’assistenza dei genitori!

Ma ohimè! non tutti i bambini godono sempre di questi beni! I genitori di un fanciullo potrebbero diventare tanto poveri, od essere tanto malati da non aver più mezzo di mantenerlo, o da doverlo abbandonare all’altrui carità perchè non perisca!

Speriamo che ciò non segua mai. Ma se pure accadesse, voi tutti ai quali non manca nulla del necessario, soccorrete i vostri simili quando sono infelici. Lo sapete, in questo mondo siamo tutti fratelli, e l’amore del prossimo e quello che ci consola nelle disgrazie.