Pagina:Salgari - I figli dell'aria.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la società della «campana d’argento» 23


— Sì.

— È già mezzanotte e siete ancora vivo, io credo quindi che la società abbia voluto solamente spaventarvi. —

Sing-Sing crollò la testa con un gesto di scoraggiamento.

— L’alba non è ancora sorta, — disse poi.

— Ci siamo noi, — disse Rokoff. — Vedremo chi avrà il coraggio di entrare qui.

— Eppure sento che l’ora della morte si avvicina. —

Rokoff e Fedoro, quantunque coraggiosissimi, provarono un brivido.

— Bah! — disse poi il primo. — Io credo che nulla accadrà. Signor Sing-Sing, coricatevi, e noi, Fedoro, sediamoci l’uno presso il letto e l’altro presso la porta, colle rivoltelle in mano. Chi oserà entrare proverà la bontà delle nostre cartuccie. —

Sing-Sing tese loro ambo le mani, dicendo con voce commossa:

— Grazie, e se domani sarò ancora vivo, non avrete a pentirvi di questa prova d’amicizia. Signor Fedoro, voi siete venuto per un grosso acquisto di the.

— Ve lo scrissi già.

— Cinquecento tonnellate rappresentano una fortuna ed io sarò lieto di offrirvela.

— Che dite, Sing-Sing?

— Tacete.

— Fedoro, — disse Rokoff — tu presso il letto; io vicino alla porta e voi, signore, coricatevi. —

Il cinese fece un gesto d’addio e si gettò sul letto senza spogliarsi, coprendosi colla coperta di seta azzurra.

Rokoff abbassò il lucignolo della lanterna, onde la luce diventasse più fioca, estrasse la rivoltella per accertarsi che era carica, poi appoggiò una sedia contro la porta e si sedette, accendendo una sigaretta.

Un profondo silenzio regnava nell’ampio palazzo del ricco cinese e anche nelle vie. La festa delle lanterne era finita e la folla a poco a poco si era sbandata, non essendo i cinesi nottambuli al pari degli europei e degli americani.

Rokoff continuava a fumare, tendendo però gli orecchi. Di quando in quando si alzava e guardava ora Fedoro ed ora il cinese per accertarsi che nè l’uno nè l’altro si fossero addormentati. Quantunque coraggiosissimo, avendo dato prove di valore straordinario nella sanguinosa guerra russo-turca, entrando pel primo in uno dei più formidabili ridotti di