Pagina:Salgari - I pescatori di trepang.djvu/45

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

l'assalto notturno 43


raggiungono un’altezza di un metro e sessanta, ma che invece di ali possiedono dei moncherini che non permettono a loro di volare, furono veduti fuggire attraverso alla pianura a tutta corsa.

— Mio caro Cornelio, disse il capitano, le cui inquietudini aumentavano, credo che ci si prepari una brutta notte.

— Temi un assalto?

— Sì, ragazzo mio.

— Siamo in quaranta, zio.

— Conti sempre sui chinesi, tu. Ai primi spari fuggiranno nelle scialuppe, e lasceranno noi a far fronte ai selvaggi.

— Ma abbiamo le due spingarde, zio, e possiamo sbarcarle.

— È vero, ma non basteranno ad arrestare l’assalto di quei bruti.

— Temi che siano molti?

— Sulle coste meridionali i coloni inglesi a poco a poco li hanno tutti distrutti, ma su quelle settentrionali sono ancora numerosi e noi possiamo trovarci di fronte a quattro o cinquecento uomini.