Pagina:Salgari - I pescatori di trepang.djvu/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

l’orgia dell’equipaggio 55


— Cos’hai trovato, vecchio mio? chiese il capitano accorrendo.

— Ve lo dicevo io, che quei mangiatori di carne umana si sarebbero sbarazzati ben presto d’un peso inutile?... Mi sono rotto il naso contro una delle nostre caldaie.

— Quale fortuna!... Che vi sia anche l’altra in questi dintorni?

— O più innanzi?... Se hanno abbandonata questa debbono essersi sbarazzati anche dell’altra.

— Zitto! disse Cornelio.

— Cos’hai.

— Non odo più le grida dei selvaggi, zio mio.

— Che abbiano già raggiunto il bosco?

— O che si siano accorti che gl’inseguiamo?

— Preferirei che ci lasciassero ritornare alla spiaggia, ora che possediamo questa caldaia. Dell’altra possiamo farne senza.

— Oh!... Oh!... esclamò Wan-Horn. A terra!

In aria si udiva uno strano ronzio che s’avvicinava rapidamente. I quattro olandesi si lasciarono cadere a terra,