Pagina:Salgari - I solitari dell'Oceano.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– Siete pronto? – chiese Sao-King.

– Sì – rispose Ioao.

– Voi impadronitevi subito delle armi.

– E tu dell'uomo.

Il cinese si slanciò nella piroga con un salto solo e piombò sul selvaggio, puntandogli il coltello sul petto, mentre il giovane peruviano alzava la clava, facendola molinare, con molta fatica però, in alto.

L'isolano, svegliandosi bruscamente, aveva allungato le mani per cercare le proprie armi, poi si era alzato sfuggendo alla stretta del cinese.

Vedendosi dinanzi i due prigionieri, che egli credeva ancora rinchiusi nella caverna, si gettò fuori dalla piroga mandando urla di terrore.

Né Sao-King, né Ioao si erano opposti a quella fuga.

– Lasciamolo correre – aveva detto il cinese.

Ed il selvaggio, preso da uno spavento inaudito, correva davvero su per la spaccatura, saltando come una scimmia e non cessando di urlare. Certo non gli pareva vero d'essere fuggito prima che lo accoppassero.

– Signor Ioao, partiamo – disse Sao-King. – Forse quell'isolano ha dei compagni sulla cima del cono.

Con una spinta vigorosa cacciarono la piroga in acqua, poi vi balzarono dentro, ponendo mano ai remi.

Due minuti dopo si trovarono fuori dalla cala, al sicuro da ogni assalto.

– Al sud-ovest – disse Sao-King, il quale arrancava con furore.

– E le nostre vesti!

– Me le ero dimenticate, signor Ioao. Abbiamo anche i due granchi da raccogliere.

Virarono di bordo e si diressero verso lo scoglio.

Imbarcate le vesti ed i due granchi, ripresero la corsa allontanandosi dal cono.

Sulla cima si udiva il selvaggio a urlare con quanto fiato aveva nei polmoni.

Non doveva essere troppo contento nel vedere la sua barca a fuggire.

– È idrofobo – disse Ioao.

– Gli rincresce forse di perdere i due arrosti, più che la sua barca – disse Sao-King.

– Che torni qui il pirata?

– Non ne dubito.

– Che brutta sorpresa per quel briccone.

– E anche pei selvaggi che lo accompagnano.

– Siamo lontani dalla baia dell'Alcione?

– Parecchie ore di certo, signor Ioao.

– La ritroveremo?