Pagina:Salgari - Il re della prateria.djvu/183

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


che nell'America del Nord, essendo affatto sconosciuti in quella del Sud; anzi si tengono perfino lontani dalle rive dell'Oceano Artico e del golfo del Messico. Le loro torme s'incontrano per lo più nelle grandi praterie del centro, nei così detti territori indiani e specialmente nei pressi del Mississippi, ma non scarseggiano nemmeno nelle altre regioni. Molti vivono nel Canadà, all'occidente dei laghi, spingendosi molto al nord, altri nella Luigiana, nell'Arkansas, nel Kansas e nel Nebraska.

Cambiano però sovente territorio, spinti da cause che ancora s'ignorano, ma forse dal desiderio di trovare pascoli migliori. Ma ciò solo avviene quando maschi e femmine si riuniscono, vivendo, per la maggior parte dell'anno, in torme separate.

Le femmine non rimangono però mai sole, poiché alcuni vecchi maschi le accompagnano per proteggerle.

Di solito sono d'umore tranquillo, ma nella stagione degli amori i maschi diventano battaglieri e pericolosi pei cacciatori. Si disputano le femmine ed impegnano fra loro zuffe terribili a colpi di corna, che terminano sempre colla morte di uno o dell'altro avversario, ed allora guai chi osa affrontarli.

Un tempo non temevano l'uomo, quantunque gli indiani gli abbiano sempre cacciati; ma dacché comparvero i bianchi colle loro armi da fuoco, sono diventati diffidenti e si sono isolati e non si lasciano avvicinare. Bisogna sorprenderli tenendosi sempre sottovento, perché hanno l'odorato fino, e per abbatterli non bisogna mirarli al capo, avendo le ossa frontali così grosse da arrestare una palla, per quanta forza di penetrazione abbia.

– Che animalacci! – esclamò il marchese, che girava e rigirava attorno ai due cadaveri. – Anche morti fanno paura.

– E che carne deliziosa ci procureranno, señor – disse Sanchez, che si preparava a scorticarli.

– Somiglia a quella del bue?

– È migliore, e specialmente la gobba è squisita.

– E volete portare con noi tutta questa carne? Ci vorrebbero altri sei muli.

– Sceglieremo i pezzi migliori e faremo del tasaio.

– Volete seccarla?