Pagina:Salgari - L'Uomo di fuoco.djvu/219

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– Non spaventarti – disse Alvaro. – La ferita è grave, ma non pericolosa e quest'uomo guarirà, non dubitare. Andiamo a cercare il canape. Temo che il sangue filtri anche attraverso lo strato d'argilla e allora la cosa potrebbe diventare seria. Sotto la corteccia ha detto; andiamo a provare se ne esiste realmente.

Si curvò sul marinaio e gli mise una mano sul cuore.

– Batte sempre e regolarmente – disse. – Buon segno, d'altronde quest'uomo è robusto.

Lo coprì con un altro strato di foglie e si diresse verso la macchia delle sapucaia.

Non vi era che da scegliere, essendovi parecchie dozzine di quelle piante e tutte cariche di noci enormi.

Alvaro sollevò la corteccia colla punta del coltello e scoprì infatti al di sotto dei filamenti lucentissimi e fitti che potevano surrogare vantaggiosamente il canape.

– Quante cose sa quell'uomo – disse. – Con queste fibre si potrebbero anche tessere delle vesti e assai resistenti.

Ne fece un'abbondante raccolta e tornò presso il ferito sollecitamente.

Diaz pareva che si fosse addormentato o che fosse caduto in un profondo torpore. Nondimeno il suo respiro non era affatto affannoso e la febbre non era ancora sopraggiunta. Alvaro fasciò più volte il manicotto di bambù, specialmente verso i margini per impedire qualsiasi filtrazione, poi si sedette accanto al ferito, dicendo al mozzo:

– Che cosa faremo ora? Che cosa accadrebbe di noi se gli eimuri tornassero qui per impadronirsi del corpo del liboia? E questo è il più grave pericolo che temo.

– Signore – rispose il ragazzo. – Se trasportassimo il ferito altrove? I selvaggi potrebbero giungere domani. Se costruissimo una barella con dei rami?

– Non potresti resistere a lungo, mio povero Garcia.

– Eppure non dobbiamo fermarci qui. È necessario raggiungere la savana sommersa. Non sono un uomo ma le mie braccia non sono nemmeno deboli.

– Proviamo – disse Alvaro. – Ci avanzeremo adagio adagio e faremo delle frequenti fermate per lasciarti riposare. Qui non mi sento sicuro quantunque ora possiamo disporre di due fucili.