Pagina:Salgari - La capitana del Yucatan.djvu/119

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Il lupo di mare, così parlando, aveva alzato il fucile, imitato dalla marchesa ed aveva passata la canna attraverso l'inferriata, mirando uno dei più vicini cespugli, dietro a cui aveva veduto rifugiarsi alcuni uomini.

– Siete pronta, donna Dolores? – chiese.

– Sì – rispose la marchesa, con voce tranquilla.

– Fuoco!...

Due spari rimbombarono formando quasi una sola detonazione, rompendo bruscamente il silenzio che allora regnava in mezzo alla gigantesca foresta.

Alcuni uomini che avevano cercato di rifugiarsi dietro al cespuglio, s'alzarono e fuggirono a tutte gambe, mentre uno di loro, dopo fatti alcuni passi, fu visto arrestarsi, girare su se stesso colle braccia alzate, poi cadere al suolo.

Cordoba aveva afferrata la marchesa per un braccio e l'aveva prontamente tratta indietro. Quell'atto fu forse la salvezza di entrambi. Un istante dopo alcuni spari echeggiavano sul margine del bosco ed alcune palle passavano sibilando attraverso la feritoia, schiacciandosi contro la parete opposta.

– Il lampo dei nostri fucili ci avrà traditi – disse Cordoba. – Bisogna essere prudenti, donna Dolores e sgombrare subito. Fra gl'insorti vi sono dei bravi bersaglieri.

– Credi che torneranno?...

– Ci assedieranno, lo vedrete. Faranno di tutto per prendervi.

– E a quale scopo?

– Per avere poi l'Yucatan.

– La mia nave!...

– Preme a loro il carico, ve l'ho già detto. Gl'insorti, quantunque i filibustieri americani abbiano già sbarcate armi e munizioni, scarseggiano ancora di queste e di quelle, specialmente nella provincia di Pinar del Rio.

– Non le avranno, Cordoba.

– Lo spero, se Colon giungerà in tempo.

– E questa galleria?...

– È scoperta, signora marchesa – disse in quell'istante il soldato spagnolo, entrando.

– Esiste?... – chiesero ad una voce Cordoba e la marchesa.

– Sì, l'abbiamo trovata.

– Allora siamo salvi!...

– Lo credo, signora.

– Affrettiamoci a sgombrare – disse Cordoba. – Ecco gl'insorti che tornano a mostrarsi e questa volta in grosso numero. Sono almeno un centinaio.

– Ancora una scarica per trattenerli alcuni minuti – disse il soldato.

S'avvicinarono cautamente alla feritoia che guardava dinanzi alle casematte e vedendo numerosi individui avanzarsi in colonna