Pagina:Salgari - La capitana del Yucatan.djvu/151

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


zione, temendo che anche Cordoba fosse caduto nelle mani degl'insorti.

– No, signora. —

La marchesa, spinta da una irresistibile curiosità, alzò un lembo della tenda ed entrò, girando intorno un rapido sguardo.

Un uomo che indossava la divisa azzurra dei lancieri spagnoli e che alle maniche portava i galloni e le stelle d'oro di capitano, stava seduto intento ad intrecciarsi un cappello con alcune foglie di cocco.

Era un uomo sui quarant'anni, piuttosto alto e magro come un biscaglino, colla pelle del volto assai abbronzata, i capelli e la barba nerissimi ed i lineamenti piuttosto angolosi. Vedendo entrare la marchesa, lasciò cadere al suolo il cappello, alzando su di lei due occhi oscuri e vellutati.

Si alzò prontamente e s'inchinò silenziosamente, continuando a guardarla con un misto di stupore e di ammirazione.

– Un compagno di sventura? – chiese la marchesa.

– Io non lo so, signora – rispose il capitano. – Io sono un prigioniero di Pardo.

– Ed anch'io, signore.

– Voi!... – esclamò il capitano.

– Io sono la marchesa Dolores del Castillo.

Udendo quel nome, un grido di sorpresa e di dolore era sfuggito dalle labbra del lanciere.

– La Capitana del Yucatan!... – disse poi. – Colei che doveva consegnarmi le armi e le munizioni?

– Ah voi?... Voi adunque siete?...

– Il capitano Carrill.

– Lo avevo sospettato, signore. Ero già stata informata della vostra cattura, prima ancora che venissi fatta prigioniera dagl'insorti.

– Da chi?...

– Da un vostro soldato.

– Dal mio attendente Quiroga?

– Sì, mi pare che si chiamasse così.

– Dio sia ringraziato. Temevo che non fosse riuscito a raggiungervi ed a mettervi in guardia contro il tradimento ordito da Pardo e dalla sua anima dannata, da quel furfante di Del Monte.

– Ci ha raggiunti, disgraziatamente troppo tardi per evitare di cadere nelle mani degl'insorti.

Canarios!... È stato già preso l'Yucatan?

– Oh no!... —

Il capitano respirò.

– Temevo che le armi e le munizioni fossero state già prese dagl'insorti – disse. – Come siete stata fatta prigioniera, signora?... —