Pagina:Salgari - La capitana del Yucatan.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
30 Capitolo quarto

— Qual’è adunque il motivo che li ha decisi a proclamare la guerra?

— L’attività insaziabile di quegli speculatori.

— Si tratta adunque d’un semplice affare?...

— Sì, donna Dolores. Un sindacato di speculatori ha prestato delle somme enormi agl’insorti, in cambio di concessioni di vasti terreni e di piantagioni che dovrebbero ricevere dal governo cubano subito dopo l’indipendenza dell’isola. Visto che correvano il pericolo di veder sfumare le concessioni, hanno spinto il loro governo alla guerra. Il danaro è tutto negli Stati Uniti, ed anche questa volta ha trionfato.

— Ed il governo americano si è prestato a tale giuoco?

— Aspettate, se vi riuscirà, che Cuba sia libera e vedrete quegli egoisti proclamare l’indipendenza dell’isola a loro beneficio, aggiungendo un’altra stella alla loro bandiera. I ribelli credono che gli americani li aiutino disinteressatamente! Ah!... Ah!... Vedranno più tardi la lealtà degli yankee. Ohe: Una vela laggiù!

La capitana avendo pure scorto un punto biancastro solcare l’orizzonte, aveva puntato lestamente il cannocchiale in quella direzione.

— Legno mercantile? — chiese Cordoba.

— Sì — rispose la marchesa.

— Viene dal sud-est, mi sembra.

— Non ti sei ingannato.

— Bella occasione per raggiungerlo ed aver notizie degli incrociatori americani.

— Vuoi che lo raggiungiamo?

— Può darci delle informazioni preziose, donna Dolores. Facciamo vuotare i serbatoi, o quella gente crederà che noi stiamo per andare a picco.

— Sì, Cordoba, e poi è necessario per fare la toletta dell’yacht.

— Volete giuocare d’astuzia?

— Se vogliamo passare, bisognerà trasformarci.

— Vi comprendo, donna Dolores — rispose Cordoba, sorridendo.

Fu tosto dato il comando di sbarazzare l’Yucatan dell’acqua che ingombrava i serbatoi, onde fargli riprendere la linea di galleggiamento normale.

Due poderose pompe a vapore, un istante dopo funzionavano, vomitando dalle manichelle gettate sopra il bordo, torrenti d’acqua.

Il serbatoio, situato in fondo alla stiva, destinato a sovraccaricare l’yacht per renderlo meno visibile alle navi che incrociavano al largo e che si riempiva per mezzo di due valvole aperte sotto la linea di galleggiamento, che poi si chiudevano automaticamente, in meno di mezz’ora fu completamente vuotato. L’Yu-