Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


T A V E postovi sopra il ventre una spugna amollata in det ta decottione calda. 23 E lavatasi similmente in es sa i piedi. 23 E pigliata la quinta ess. del vitriolo. 110 Forno per stillar il mele.195 Forno philosophico, come si fa. 194 Freddo nuoce grandemente alla memoria. 40 Frenesia guarita con la radi ce della spatula fettida. 80 Con l’acqua di Esculap.86 Frutti che mangiati ritengo no i fumi del cibo,che non vadino al capo. 42 Fumo del rosmarino giova molto a capi freddi,e de boli. 17 Fuochi nelle operationi al chimici debbono essere sempre continoui. 92 Fuoco detto di santo Anto nio sanato con l’acqua di Esculapio. 86 Fuoco morto fatto di sollimato et antimonio.166 OLA G GAmbe enfiate per ca- gione di humori. 156 Gambe impiagate guarite con l’acqua di litargirio. 125 E con una calzetta di cora me, e di tela, 123 Gambe piene di croste gua rite col nostro unguen- to. 140.161 Gargarismo d’aceto scilli- no evacua grandemente il capo. 49 Gengevo condito giova alla memoria, e al catarro. 56 Gengie esulcerate, e putre- fatte, sanate con la q. ess. di rosmarino. 29 Con olio del vitriolo. 113 Gengie guaste da profumi e untioni di malfrancese, guarito con la q. essentia del rosmarino. 20 Gengie incarnate con l’acqua da far bianchi i den ti. 141 gengie piene di humore disseccate col rosm.in aceto overo in vino brusco. 19 b 2 Con