Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


18 SECRETI overo fiocchi, et macule delle cicatrici fatte da maraviglioni, et gioverà alle negolette, caligni, et altri impedimenti che offuscano il vedere, et in ultimo confortando la vista, risolverà ogni catarro freddo, et lagrima che destillasse da gl'occhi; et non potendo hauere di detto oglio, metteretevi del sugo della radice, overo della detta herba, il quale similmente unto insieme con mele acuisce il vedere. Dice anco Galeno, che abbrusciato il rosmarino, meschiato diligentemente con mele perfetto, con grande efficacia leva, et netta qual si voglia macchia bianca dall'occhio, et la radice è utile alle argeme, et agli occhi cacolosi: a e poscia per meglio fare, lavisi il capo con la sua acqua, et asciutto mettavi sopra della sua polvere, e Dioscoride comanda, che per li flussi che calano a gli occhi, s'impiastri in su'l capo,con questo però, che se ne levi via il terzo giorno.

All'orecchi.

Il sugo dell'istesso rosmarino vale al dolore, et alle ulcere, che menano marcia, et alli vermi delli orecchi, e l'acquavita over ardente composta con detto rosmarino, e postone in l'orechio più volte, tre o quattro goccie, insieme con un poco di bonbace intinta in dett'acqua, sana ogni suffilo dell'orecchi, e similmente ogni sordità causata da humor freddo, e l'herba verde trita, et impiastrata, fa maturar i tumori che vengon dopò gl'orec chi

Aetio nel ser. A ben Mesuai. Dioscoride lib.3 c. 72. Nel 7. della facoltà de Semplici. Marcello nel li. de i medicamenti: ca. 8 Theofr. l.9.c.12. a Serap. nel li.3. cap. 82.

Diosco. l. c. 72 Theofr. lib. 9. c. 12. L'Auttore. Dioscorid. li. 3. cap. 72