Pagina:Sempre così.pdf/1

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

141


SEMPRE COSÌ




BALLATA

FRANCESCO DALL'ONGARO



I.


Era bella, era bionda, era pudica,
Nel fior degli anni, e nell’april del core.
Le danzavano intorno in vista amica
Tutte le care illusïon d’amore.
Qual fior che nasce in verde piaggia aprica5
Di rugiade contento, e di splendore,
Parea creata per esser felice.....
Un dì la Fame le si accosta e dice:
Non ti lusinghi l’età novella.
Tu non sei nata per il piacer.10
Invan sei bionda, pudica e bella,
Indarno danzi con piè legger.
Veglia e lavora, paga il tuo pane,
Da mane a sera, da sera a mane.
Veglia e lavora sempre così15
Fino alla fine de’ tuoi brevi dì.
Sempre così.