Pagina:Sentenza Tribunale di Milano - Caso Mills.djvu/193

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


questa società”, di soldi “suoi”. Briatore, che non aveva mai chiesto notizie sulla provenienza di tale cespite, era rimasto “un po’ contrariato”, perchè pensava che la società fosse vuota, ma aveva anche considerato che “il problema era solo di David Mills, era lui che aveva un milione e 600 mila dollari su una nostra società, una società che era sua e l’aveva trasferita a noi, era lui che si doveva prevenire... Non è che mi sono preoccupato, soldi del mio avvocato, per cui non è che mi sia preoccupato”. Mills aveva quindi preparato con Quaderer una scrittura nella quale Briatore riconosceva come patrimonio non proprio, ma gestito da Mills tramite Struie, “shares of Old Monk plc, London, per un valore nominale di £ 80.000; un investimento in Giano Capital Limited di un valore nominale di US$ 740.000; investimenti allocati tramite Calkin Pattinson Limited per un valore nominale complessivo di £ 455.4281 e il 6 maggio 1998 Briatore l’aveva firmata: “Questo documento qui è fatto in modo che l’asset di proprietà di David Mills potesse essere trasferito quando voleva lui, con questa dichiarazione poteva trasferirlo quando voleva” (pagg.6-7, 12-19, 24-25 e 27-30).


Si deve a questo punto considerare che, come meglio si vedrà esaminando i paragrafi 2.2.4 della seconda consulenza del P.M. e 2.5.3 della prima consulenza, il “giro” effettuato dalle somme investite da Briatore dopo la cessazione del suo rapporto con la società Benetton Formula o comunque a chiusura della vertenza avuta con la Ligier è più articolato di quanto sin qui si è detto ed è stato diretto da Mills con lo stabile appoggio del fidato studio Marrache di Gibilterra. Ed infatti:

- il 18 novembre 1997 la somma di USD 3.999.987,32, per ordine di FB Trust, veniva accreditata sul conto n.140 01 04258630, intestato a Marrache & Co. presso National Westminster Bank di Gibilterra, con la descrizione “order of Jawer (Cyprus) Re FB Trust” (all.87 alla seconda consulenza del P.M.);

- il 13 marzo 1998 la metà della somma, pari a USD 2.000.000,00 veniva inviata da National Westminster Bank al conto Struie n.600478, dove giungeva il 23 marzo 1998, come attestato da un anonimo, ma sicuro, timbro munito di data e ora (all.88 alla seconda consulenza del P.M.; si veda anche l’all.110 alla prima consulenza, dove – dalla documentazione di CIM Banque – si trae conferma dell’arrivo della somma, per USD 1.999.970,00, con valuta del 24 marzo 1998).


Non è questa la sede per stabilire la destinazione della somma rimasta ancora sul conto n.140 01 04258630 (se ne parlerà nei paragrafi pertinenti). Qui va detto che, alla domanda sulla relazione avuta con Marrache, Briatore ha seccamente risposto: “Zero. Il mio rapporto con Marrache è zero...

  1. Di questi investimenti si parlerà nei paragrafi 2.5.2.1, 2.5.2.2 e 2.5.2.3.