Pagina:Serao - Dal vero.djvu/64

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


IL CRISTO DI SAVERIO ALTAMURA.


Jésus, ce que tu fis, qui jamais le fera?
Nous, vieillards nès d’hier, qui nous rajeunira?
                                                  A. De Musset. Rolla.



È una sala vasta, deserta, polverosa; qua e là sono aggruppati piedistalli di statue e qualche sedia sgangherata; la luce piove dagli alti finestroni e sembra grigia e fioca, mentre fuori riluce il sole invernale. Camminando in quel salone nudo ed oscuro si abbassa la voce o si tace, si prova un senso di stanchezza e di obblio, e, giunti all’ampio seggiolone che sta di fronte al quadro, si chiudono gli occhi senza volerlo, quasi ad attendere l’ultimo, il più dolce riposo. Ma convien ridestarsi subito, perchè il quadro è là, rimpetto a voi, grande, immobile vivente.

È un episodio della passione di Gesù: gli leggono la condanna dopo averlo flagellato. Sono ebrei — uno di essi dalle spalle tarchiate, dalle braccia nerborute, stringe un flagello, ed indifferente se la discorre con certi altri; un secondo flagellatore sghignazza orribilmente, ed alza la verga quasi volesse