Pagina:Serao - Fior di passione.djvu/165

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ideale 165


— Ora va bene — approvò lei col capo, agitando lievemente il ventaglio.

— Ho sbagliato, vi ho offesa. Voi non siete falsa; voi siete molto leale. Nulla mi avete promesso e nulla mi avete mantenuto. Dal primo istante che vi vidi, vi giudicai: siete rimasta immutabile. Mi congratulo con voi, contessa Laura: voi avete carattere. Carattere d’indifferenza, di apatia, se vogliamo, unito ad una giusta misura di vanità. Bel carattere: io vi ammiro.

— Credete voi che Teresa Realps sposerà vostro cugino Mario? — disse lei, reprimendo un piccolo sbadiglio.

— Questo matrimonio pare che vi diverta come le mie incoerenze. Sarebbe meglio per voi andare al teatro.

— Grazie; per me è lo stesso. Se volete, rimango qui sino a mezzanotte. Mi diverto anche qui.

— Che cosa potrebbe farvi piangere, Laura?

— Mi chiamate per nome, mi sembra —