Pagina:Serao - Gli amanti.djvu/128

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
118 Nella via


— Buona giornata, allora?

— Buona.

— Beata te! Con questa paura della malattia, che Dio ci scampi, nessuno beve più acqua sulfurea. Non facciamo niente: e sì che ho promesso il voto alla Madonna della Catena, se mi riesciva una buona stagione. Che ci vuoi fare? Non isposerò neppure quest’anno.

— Ma Carluccio fa ancora il soldato?

— -Lo fa sino a Natale: poi, torna. Mi ha scritto la lettera. Ciccillo non ha fatto il soldato?

— No: il governo non lo piglia, è figlio unico di madre vedova.

— Quando vi sposate?

— Ci vogliono i soldi, — disse Vicenzella, con una malinconia profonda.

— Non li fai, tu?

— Li fo, li fo....

— Ebbene?

— E poi se ne vanno. Non ci è che fare.

— O che brutta sorte! Basta, tu non hai più polipo e io vado a comperare due soldi di pesce fritto.