Pagina:Serao - Gli amanti.djvu/208

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
198 Un suicidio


desiderio dell’umano e del divino castigo. Poi, nel crepuscolo gelido, tornò verso Roma, lentamente: fra la via Angelica e la via Trionfale, il cane disparve, nell’ombra, e Julian Sorel continuò la sua strada verso Roma, verso il castigo.