Pagina:Serao - Gli amanti.djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
74 Il perfettissimo amante


ingenuità, mi parve che egli fosse al suo primo amore.

— Ti avrà ingannata.

— Allora, ha saputo ingannarmi. Ma, sai, alle volte il primo amore viene molto tardi.

— O mai — disse malinconicamente Maddalena Herz. — Era geloso questo tuo amante?

— M’immagino di sì.

— T’immagini di sì? Non lo sai?

— Non mi fece mai nessuna scena: ma era geloso. Lo vedevo dai suoi occhi, in certi momenti; pure, subito si reprimeva.

— Amico di tuo marito?

— No: punto. Nè volle diventarlo mai.

— Tu glielo proponesti?

— Io? mai. Era una cosa che mi faceva ribrezzo.

— Già, tu sei stata sempre virtuosa, Beatrice.

— Chi ha avuto un amante, Maddalena, non è virtuosa.

— Un amante, un amante! Quello era un angelo!

— No, ti assicuro che era un uomo.