Pagina:Serra - Scritti, Le Monnier, 1938, I.djvu/483

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


436 NOTIZIA SUGLI SCRITTI 01 ItEN'ATO SERBA Invece alla lettura delle bozze ci fu qualche cosa da ridire, cioè qualche osservazione da • fare da parte del direttore prof. (ì. Gasperoni. Come abbiamo riferito, il Serra scriveva al Croce di aver detto in line dell'ar¬ ticolo, iu una nota, qualche cosa di alcuni scritti intorno al Ferrari. Questo «qualche cosa», se ben ricordiamo, era di sapore un po'acerbo, specialmente nei riguardi del Pascoli, clie il Serra non aveva più tanto, almeno allora, nella sua buona reputazione; e ciò rilevasi chia¬ ramente da una lettera del 20 maggio diretta a me, che gli domandavo una recensione non so più per qual libro pa&coliano che doveva essere uscito «la poco : «Non ti mando la recensione del Pascoli: mi pare che il silenzio sia quasi un obbligo, oggi, di rispetto e «li gratitudine al passato di un uomo, che lui pur fatto cose veramente belle. Aia io non saprei non esser sincero, se dovessi parlare di questi vaneggiamenti <li una vecchiaia ambi¬ ziosa e querula» (lip., 383). E certo il Serra era troppo severo; come tale parve anche al Gasperoni, quando gli scrisse ili mollificare o attenuare la nota bibliografica in calce allo studio sul Ferrari. IO il Serra, sempre nella lettera del 20 maggio a me diretta, rispondeva al Gasperoni per il tramite mio: «Rispondo ora a te per brevità. Rimando le bozze corrette; nella prima revisione troppe cose ni'erano sfug¬ gite, e anche ora forse restano. Ma non ho tempo nò molta voglia por badare alle minuzie «li uno scritto vec¬ chio; mi toccherebbe, se cominciassi, ritoccare e rifare ogni cosa. Riconosco la opportuni til delie osservazioni di Gasperoni, intorno alla nota finale; avrei pensato di toglierla dalla Rivista, lasciandola, se è possibile, nel¬ l’estratto» (Ep., 383). Infatti, nella rivista, dopo le parole « il Pascoli «Tal¬ loni.... », seguono puntini, e <li qui comincia la parte levata. Non abbiamo sotto mano l'estratto, ma è da rite¬ nere ohe anche in quello si mantenesse la sospensione,