Pagina:Sextarius Pergami saggio di ricerche metrologiche.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

21

determinato di una Soma non è esclusivamente nostro, ed oltre ai moltissimi esempi già citati (v. Nota 50), giovi osservare che, a cagion d’esempio, negli Statuti bresciani del secolo decimoterzo troviamo stabilito che il Sacco di chiodi da cavallo debba essere di 27 Pesi, quello dell’acciajo di 30, quello del ferro di 25 Pesi, e in pari tempo a Soma si valutano il piombo, il rame, lo stagno ed il bronzo, ed a Soma da 20 Pesi le mercanzie grosse e le minute (58).

§ 3. La Soma fu adunque in origine una misura di peso, e da essa sì trassero le misure di capacità dei grani. Questo modo di procedere nella determinazione delle misure dei grani è tutt’altro che senza esempio. Cosi in Modena il Coppello, misura effettiva del frumento, conteneva tre libbre di questo grano, e gli stessi Statuti prescrivevano che il Sacco, composto di due Staja o di quattro Mine, avesse il peso medio di 300 libbre dello stesso grano (59). Ora, tutto lascia supporre che ugualmente nel secolo undecima la nuova misura dei grani fosse fondata sopra la Soma da 16 Pesi, e che lo Stajo, ottava parte di essa, fosse un recipiente che dovesse contenere esattamente 2 Pesi e 20 libbre grosse corrispondenti a 50 libbre sottili di frumento. Era troppo naturale che si prendesse il re dei cereali come base di queste misure, e che su di esso si regolassero tutti gli altri grani. E siccome non si sarà mancato di calcolare sovra il peso medio di un buon frumento, anzichè sovra quello di un frumento di scadente qualità, così, fra il peso che può variare dai 70 agli 80 chilogrammi per ettolitro (60), prendendo per base i 76 chilogrammi, come quelli che da noi, salve