Pagina:Storia della rivoluzione di Roma (vol. III).djvu/355

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

della rivoluzione di roma 351
In Pesaro

Giuliano Nicolai.
Curzio Andreozzi.
Girolamo Cerni.
Angelo Lombardi.

Vincenzo Arnaldi.
Terenzio Seraghiti.
Giovanni Mazzocchi.



In Loreto

Antonio Albertini.


In S. Severino

Domenico e Pacifico Angelucci.
Conte Severino Servanzi Collio.



In Ranco

Lorenzo Agreste.


In Imola

Mariano Galvani.


In Corinaldo

Giuseppe Paolini.


Non volendo però noi fare a fidanza sulla detta opera alla quale non è prefisso nome di autore, volemmo consultare quella di Carlo Rusconi che fu ministro della repubblica romana per gli affari esterni nel 1849. Il medesimo ci dice quanto segue:

«Fu così che in quelle provincie trucidati venivano come avversi al regime repubblicano

» un cav. Baldelli intendente doganale,
» un marchese Nembrini,
» un capitano del Pinto,
» un marchese Consolini,
» un Perilli direttore delle poste,