Pagina:Storia delle arti del disegno.djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
iv

e dell’altro della villa Negroni sul monte Esquilino; come lo sono anche le belle pitture ivi trovate. Lo conosco io segnatamente, che volendo riprodurre coi torchi romani a nuova luce quest’opera, non solo mi esortaste a migliorarla, ma per adornarla vieppiù, graziosamente mi comunicaste i disegni di varj de’ suddetti vostri monumenti più preziosi; mi faceste a parte de’ lumi vostri; e con grande liberalità, e cortesía apriste a mia disposizione, ed uso la copiosissima vostra biblioteca, e per la scelta de’ volumi, e per la rarità delle edizioni tutta degna di un vostro pari. In vista dunque di tutti questi motivi, e di questo vostro carattere sì glorioso per la rispettabilissima Persona vostra, e di tanto lustro alla degnissima vostra Nazione, posso con ragione assicurarmi del riguardo amoroso, in cui terrete questa mia qualunque siasi offerta; posso accertarmi della perpetua vostra grazia nel proteggere questi non meno, che gli altri più sublimi studj, a’ quali per maggior interesse della repubblica dedicato mi sono; e posso perciò sperare, che mi farete sempre più ripetere con verità, che io vi fono obbligatissimo, e devotissimo fra tutti gli altri ammiratori.




CAR-