Pagina:Sulla reciproca influenza della libertà politica e dell'industria mecanica dei popoli.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

e dell'industria mecanica dei popoli 281

l’onore delle istituzioni libere. Infratanto, la rispettiva condizione delle due grandi sezioni della confederazione americana, conferma la verità del mio assunto: li Stati settentrionali, ove non è schiavitù, sono di gran lunga più popolosi, più industriosi e più ricchi, che quelli del mezzogiorno, ove son tre millioni di schiavi.

Qual periodo conosciuto è stato mai sì fecondo di grandi invenzioni pratiche, quanto quello che è trascorso dalla rivoluzione d’America sino ad oggi? Egli è un curioso e notabile fenomeno istorico, che sonsi fatte più scoperte teoriche nel breve periodo che comprende le vite di Galileo e di Newton, e più invenzioni pratiche nel periodo anche più breve dal 1789 ad oggi, che in tutti i quindici o sedici secoli da Cristo a Galileo.

Voglio far menzione di alcune soltanto. Ed in prima della pila elettrica, inventata dal genio di Alessandro Volta sulle scoperte fatte in questa nostra Università dal Galvani. Utilissime applicazioni di questo grande trovato del Volta sono, fra altre, le chimiche decomposizioni, la doratura e inargentatura de’ metalli meno preziosi, la riproduzione delle medaglie e dei rilievi, o galvano-plastica, e quel ritrovato che più che gli altri ha del magico, cioè il telegrafo elettromagnetico. Ideato dal Wheatstone in Inghilterra, trovò il suo perfezionamento e la riuscita pratica in America per opera del Morse. Godo di menzionare altresì due belle applicazioni dell’elettricità fatte da due Italiani; cioè la stampa elettrica, inventata dal De-vincenzi, ora ministro dall’agricultura a Napoli; ed il telajo elettrico, inventato dal Bonelli.

La filatura mecanica del cotone, inventata da Arworight, risale alla seconda metà del secolo passato, ma ha preso immenso sviluppo nel nostro. L’illuminazione a gas è d’origine alquanto più recente, ma risale al principio di questo secolo. Lebon nel 1800 ideò la termolampada, con gas prodotto dalla distillazione della legna. Murdoch in Iscozia introdusse nel 1806 l’illuminazione a gas fatto colla distillazione del carbon fossile, secondo il sistema ancora in uso. Vera è che l’estrazione del gas idrogeno carburato dai corpi d’origine vegetale appartiene alla chimica, e la sua distribuzione per mezzo di tubi all’idraulica, più che alla mecanica, ma queste arti sono ora talmente connesse, che rendesi difficile il separarne le applicazioni. Perciò, insieme colle applicazioni del fluido elettro-magnetico e del calorico, piacemi di far menzione