Pagina:The Oxford book of Italian verse.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

JACOPONE DA TODI

Vergine.Figlio, l’alma t’è uscita,
     Figlio de la smarrita:
     La luce m’è sparita,
     E ’l cuor m’è attossicato.

Oimè, figlio innocente;
     O mio sol risplendente,
     Passato all’altra gente,
     Qual ti veggio oscurato!

Figlio bianco e vermiglio,
     Figlio senza simiglio:
     O figlio, a chi m’appiglio,
     Chè mi hai, cor mio, lassato?

O figlio bianco e biondo,
     Figlio, volto giocondo,
     Figlio, perchè t’ha el mondo,
     Figlio, così sprezzato?

Figlio dolce e piacente,
     Figlio de la dolente,
     O quanto ti ha ’sta gente
     Malamente trattato!

Joanne, fi’ novello,
     Morto è lo tuo fratello.
     Sentito aggio ’l coltello
     Che mi fu profetato.
                 * *
                  *
Percosso ha figlio e matre,
     E in un colpo atterrati.
     Trovaronsi abbracciati

     Madre e figlio a un cruciato.

69