Pagina:Tignola - Sem Benelli, 1911.djvu/22

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

sono mattonelle; questo voi non lo volete capire; posa il cencio! Tieni!

Si toglie il soprabito.


Porta di là il mio soprabito: attaccalo al suo posto. Attento a non sciuparlo! Ecco anche il mio cappello e il bastone! Metti tutto perbene.... Va! pulirò io.... E porta via anche la granata.

Cecco


esce con la roba sulle braccia e poi torna a prendere anche la granata.


Giuliano


si dà a pulire con molta cura le edizioni ultime.


Oh! Oh! Ecco!... Così!... Mi premono più questi libri che il candore delle mie mani, il quale mi preme moltissimo....

Teodoro


ammirando con soddisfazione la buona volontà di Giuliano, si avvicina a lui e gli tocca una spalla.


Va là, che, in fondo, sei un buon ragazzo. Sei un libraio nato, vedi, tu.... Le idee poi cambieranno.


— 11 —