Pagina:Tignola - Sem Benelli, 1911.djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Entra Enrichetta, vestita modestamente; ma nell’insieme assai graziosa.

Giuliano.


Buongiorno, signorina.

Enrichetta.


Buon giorno. Di che ride?

Giuliano


cambiando tòno.


Rido di una cosa che dovrebbe far piangere.

Enrichetta.


Uh! Com’è terribile!... Al solito!

Giuliano


con tono serio e cattedratico.


Rido di quel ciarlatano del professor Battaglia.

Enrichetta.


Ma che cosa ha fatto?

Giuliano.


È di là con suo padre, che fa un odioso contratto.

Enrichetta.


Ci rimetterà dei denari, papà?


— 20 —