Pagina:Tignola - Sem Benelli, 1911.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Il Battaglia.


Mi rammenterete!...

Ad Enrichetta.


Signorina: primavera vi dian felice i numi....

Enrichetta.


Bel verso!... È suo?

Il Battaglia.


Sì.... Addio Giuliano....

Giuliano.


Mi serbi il suo affetto, professore.

Il Battaglia


esce.


Enrichetta


a Teodoro.


Che hai, babbo, stamani....

Teodoro.


Eh! Temo d’aver fatto un cattivo affare....

Giuliano.


Cattivo affare?

Teodoro.


Ha voluto una percentuale troppo forte, il professore....

Giuliano.


Quanto?


— 27 —