Pagina:Tignola - Sem Benelli, 1911.djvu/85

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

possibili, ormai. Tu conosci il mio carattere: passato il periodo della passione ardentissima, che mi trasfigurava, tu avrai capito, che, per conservare l’amore fra noi, era necessario appagare anche la mia ambizione. Io ti ho amato, in principio, per le belle promesse che offrivi di te, per la tua bella, ardente giovinezza, la quale era velata da un timore strano che io credevo un pregio e che invece è diventato incapacità, scrupolo eccessivo.

Giuliano.


Non ho seguite le vie che mi si sono offerte, comprese quelle che tu mi additavi, perchè erano contro il mio carattere onesto.

Adelaide.


Non hai saputo cogliere la minima occasione.... Anche col Duca potevi trattare diversamente: gli sei indispensabile per la sua elevazione intellettuale, e pure sembri il suo servitore.

Giuliano.


Ma per te, per te sola io resto ancora qua rassegnato, nella casa di questo ambizioso, di questo principotto....

Adelaide.


Fossi tu ambizioso come lui!


— 74 —