Pagina:Tigre Reale.djvu/87

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 82 —

i suoi occhi. — E il solo mezzo di riabilitarci entrambi— gli fece rispondere.

Giorgio fumava e sembrava distratto. Infine gli disse colla maggiore calma del mondo:

— Dite delle cose giustissime, caro visconte; ma quando siete stato innamorato, cosa avete fatto?

— Quello che state per fare voi. Non sono un eroe, non ho la pretesa di vincere nè me nè gli altri; batto in ritirata: quando mi accorgo di essere sul punto di fare una corbelleria, ci metto di mezzo una bella distanza; il meglio sarebbe di metterci un’altra donna - chiodo scaccia chiodo; il mare vi dà delle melanconie noiosissime, i monti vi danno la nostalgia, la frontiera vi pare che vi stia sullo stomaco - ma la ritirata ad ogni costo, a costo della nostalgia, a costo dello spleen, se non potete metterci un’altra donna; è questione d’ottica, amico mio, quando sarete di là dalle Alpi finirete col far le boccaccie alla corbelleria che stavate per fare. Infine spero che questo viaggio vi sarà utile.