Pagina:Torino e suoi dintorni.djvu/75

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


PALAZZI 49


Torino e suoi dintorni 11.jpg

(Palazzo Carignano ― Palazzo dell'Accademia delle Scienze ― Teatro Carignano)


Palazzo Carignano (Piazza Carignano). — I principi di Carignano abitavano anticamente il palazzo che vedesi allato all’albergo della Bonne Femme (Hôtel de Londres), nella via de’Guardinfanti, prima che si alzasse sulla piazza, a cui diede il nome, la nuova e regale loro dimora.

Questo palazzo è un’aberrazione architettonica, e si può dire il capo d’opera dello stile barocco. In esso il Guarini spinse il singolar suo odio contro la linea retta sino a far curvi, ora saglienti ora rientranti, i gradini delle grandi scale, in modo da far venire le vertigini a chi sale o a chi scende. Nel tutt’insieme ha una tal quale maestà; e stravagantemente bizzarri sono i lavori o fregi di cotto, che si veggono sulla sua rozza facciata esterna.

Sono notevoli l’atrio, gli appartamenti (in cui si conservano preziosi dipinti) e la gran sala ove si tengono le pubbliche adunanze dei rappresentanti della nazione.

Nella sua parte posteriore s’apre un giardino, il quale terminava in un edifizio destinato alle regie scuderie: ora, a comodo pubblico, ragliato a mezzo per formare quella strada che prese il nome di Carlo Alberto, e serve a congiungere la via della Madonna degli Angeli a quella di Po.

Lunga serie di principi nobilitò questo palazzo. Illustre memoria è quella della principessa Giuseppina Teresa di Lorena-Armagnac,

4