Pagina:Tragedie di Eschilo (Romagnoli) I.djvu/78

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LE SUPPLICI 39

dai simulacri santi,
come puledre, ai redini
ghermite delle tortili
bende, e dei ricchi manti.

Antistrofe II
Che le tue case ed i tuoi figli, sappilo,
quanti di te nascessero,
all’opre tue conforme
triste o felice l’esito
avran. Di Giove medita
perciò le sante norme.
pelasgo
Ho meditato: a questi scogli io ruppi:
o con queste o con quelli, immane guerra
affrontare m’è forza: e sui navali
curri confitta è già questa carena8.
Esito non si avrà senza cordoglio,
o che tal lite male intendo. E inetto
esser vo’, pria che artefice di male.
E segua il bene come io pur lo spero.
corifea
Dei miei discorsi pur la mèta ascolta.
pelasgo
Udii già. Parla ancora; e tutto udrò.