Pagina:Tragedie di Euripide (Romagnoli) IV.djvu/167

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Tragedie di Euripide (Romagnoli) IV-0167.png


Dalla tenda esce Clitemnestra.


CLITEMNESTRA
Uscita sono dalla tenda, e cerco
lo sposo mio, già da gran tempo uscito.
La misera mia figlia, in pianto immersa,
empie l’aria col suon vario dei lagni,
poi che la morte che dal padre inflitta
le sarà, seppe, lo parlo d’Agamènnone;
ed ei s’appressa al luogo ove convinto
d’empiezza contro i figli suoi sarà.
agamennone
Figlia di Leda, in buon momento fuori
della tenda ti trovo, ove a proposito
d’Ifigenia, ciò ti dirò, che, a nozze
movendo, le fanciulle udir non debbono.
CLITEMNESTRA

Qual cosa mai tanto opportuna giunge?