Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/145

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Trento 141


Nel muro in Chiesa consta memoria dello stesso Fondatore, il qual ad ogni modo tiene qui davanti il Sommo Altare la sua real Casa, ch’è la Tomba.

[Cosa notabile di questa Chiesa.] In questa Chiesa quel dì stesso, che si principiò il Sacro Concilio li 13. Decembre 1545. convennero tutti li Cardinali, e Vescovi, e vestiti in Pontificali, cantarono il Veni Creator Spiritus, procedendo poi al Luogo della Sessione.

Gode la Chiesa di queste Suore Indulgenze particolari perpetue, per Indulto di Papa Gregorio XIII. quello, ch’essendo quì Legato al tempo del Concilio fù devoto limosiniero di questo Convento.

[Sacre Reliquie.] Si tengono queste Religiose per Claresse Urbanine: se bene quanto all’habito, e viver loro Riformato mostrano più tosto d’essere delle Osservanti. Conservano in Sacro Deposito le Reliquie de’ Santi Martiri, trà gli altri, S. Eracliano, e S. Abondio, donate dal Vescovo d’Halbastror, come viddi dalle Scritture.

[Cosa notabile del Vescovo di Coimbra.] Vive quì memoria del Vescovo di Coimbra, il qual circa l’anno 1540. infermatosi à morte senza rimedio, fù avvisato da parte d’una di queste Suore, che dovesse restituir’ alla Santa Casa di Loreto, [Santa Casa di Loreto, e suo preggio.] quanto haveva tolto (& era un pezzo di Matone, ò Malta presa per divotione); il che essequito di punto per un’Espresso, à misura, che questo si portò colà, partì il male. Era troppo gran tesoro, e di troppo rischio il portar via an-