Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/174

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
170 Trento


[Studio di fabriche in Trento quale] Si fà studio di Fabriche in Trento non ordinario; e ciò, atteso il genio de gli Habitanti, & la moltitudine natia de’ Sassi, e Materiali, Quindi le Case, & Habitationi si vedon quasi tutte rimesse à segno, e rimodernate, che (dall’esteriore) la Città con essere antichissima, sembra delle più nuove.

[Addobbi come regnino.] L’interno de gli addobbi, e suppelletili appresso la Nobiltà, e Persone civili si tien’ in conto, e s’amano le Pitture con altre rarità: non però tanto, che in Italia, dove hormai si fà dipender’ il lustro d’una Casa da’ Ritratti, & Effigi; e tal Città sarà quasi popolata di Statue, come di Gente; stando massime il Detto:

Non tutti gli Huomini son’ Huomini.

[Contrada di S. Pietro in Trento quale] Trà le Contrade di Trento è notabile quella di S. Pietro, per qualità di Sito, Passo, e Commercio non senza particolar civiltà, e conversatione; & essendo, come nel cuore di Città in aria libera, & allegra, vedesi quasi la più popolata. Da una parte, rispetto al sito, che hà troppo elevato, non vi scorre Rivolo, come nell’altre Contrade: ma un Pozzo vi si trova publico d’Acqua tenuto la migliore; e perciò trà gli altri il Favorito, massime d’Està; non ostante, che l’Acqua in Trento è poco in gratia.

Contrada larga si rende in realtà la più spatiosa di tutte, posta in dirittura anche di sito, e di prospetto nobile, che s’incontra in lon-