Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/269

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


[Quinto Catullo Proconsole fugato da’ Cimbri.] Cimbri Popoli dell’estremo Settentrione al Mar Baltico, per l’inondamento di quell’Oceano calorono circa l’anno avanti la Nascita di Christo 110. con Essercito innumerabile à cercar nuova Terra. E sboccati alla volta di Trento per l’Alpi Retie quindi fugorono Quinto Catullo Proconsole, che in vano si potè opporre co’l Presidio di 20 milla Armati. [Cimbri rotti da Caio Mario.] Così che in volendo i Cimbri, come scrive Livio, proseguir con la Vittoria il viaggio in Italia furono incontrati al Fiume Adice da Caio Mario con tal bravura, che, doppo fiero, e lungo combattimento, restorono vinti con morte di cento quaranta milla, e cinquanta milla fatti prigione.

[Stratagema notabile di Caio Mario.] Contro Genti sì barbare, e prepotenti (molti anche di Statura Gigantesca) si valse Mario di stratagemma, usato già da Annibale nel dar la battaglia. Venne cioè à giornata in tal posto di sito, che il Sole ferisse à tergo i suoi: à fronte i Nemici. Laonde i Cimbri abbagliati prima da’ raggi, e poi dalla Polvere, essendo all’hora in està, menavano i colpi alla cieca, come nota Sabellico.

[Donne Cimbriche, e loro coraggio.] Scrive il Padre Brunner ne’ suoi Annali di Baviera, che doppo gli Huomini combattessero bravamente le Donne Cimbriche; fin che veduto di non poter resistere alla prepotenza de’ Romani, con risolutione anche più nobile parte co’l tagliarsi il Crine, e la fronte si diformorono; parte s’uccisero da se medeme co ’l ferro, over co ’l laccio; parte s’affogorono nell’Adice con i