Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/498

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
494 Trento

tadinGiulio Tedeschi Cacciator prattico. Sù’l vicino Fiume poi vengono frequenti le Anatre Selvaggie, & altri Acquatili, come pur le Pesche vi sono nobili di Barbi, Bulbari, Temeli, e Trutte con altre varij spetij di buon Pesce.

[Caccie come abbondino in Campo Trentino.] Li Quadrupedi in Campo Trentino non regnano di ferma, se non tanto, quanto vi trovan Pastura. E se non fosse, che questo Luogo è troppo libero, e frequentato, vi si trovariano più Selvaggi di Volo, & anche di Terra: ma in ogni modo con tutta la frequenza de’ Cacciatori (sotto qual titolo vi vanno anco i Scolari) quasi mai le Caccie restan vote, ne mai mancan le Prede, massime in Autunno, che vi son l’Uve.

[Porto de’ Legnami notabile.] In Campo Trentino habitano varij Masi di Caccia, e delicia commodi; e in capo sù l’Adice verso il Lavisio stà notabile il Porto de’ Legnami che Vengono da Val di Fiemme condotti sù’l Torrente Lavisio, da cui levandosi in alte Pile per mano d’Huomini, si caricano poscia nell’Adice à seconda per Italia sù le Rati. E ogn’anno in tal modo ne anderanno alcune decine di migliara, in ciò acudendo i Mercanti, e Appaltatori.

[Uso di Schioppo in aria, quale à Trento.] S’usa da’ Trentini tirar’ in aria studiosamente, e con tal prattica, che quasi è in disuso colpir di ferma; li Schioppi tenendosi il più allestiti, e in essercitio, come le Cacce sono Privileggiate; contribuendo à ciò la Polvere, che à Trento si fabrica assai fina.

Per Caccia di Quadrupedi, oltre anche i Volatili, servono, come dissi, tutti i Colli, e siti à torno la Città, dove son famigliari i Lepri, Tassi, e