Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
66 Trento

altri di Francesco secondo Duca di Milano; come cavo dal sasso, in Lapide sepolcrale, che con esser oscuro parla chiaro.

[Deposito del Cardinal Bernardo Clesio.] Si fà poi osservar il Deposito del Vescovo Cardinal Bernardo Clesio tanto benemerito della Chiesa, e Città di Trento, nella cui memoria s’è eretto più degno di gran lunga, e più nobile Mausoleo. Sopra l’Armi Gentilitie vedesi in alto la vera effigie d’esso Cardinale, a piè d’una Beata Vergine, Pittura rara.

Con il Cardinal Clesio stà sepolto il Vescovo e Prencipe Carlo Emmanuel Madrutio, che rapito di morte subitanea l’Anno 1658 co’l haver in se estinta la Linea Madrutiana, hà insieme lasciato Vedova per otto anni continui susseguenti la Trentina Chiesa.

[Altre Tombe.] Vicino stà il Conte Girolamo di Lodron, fu Generale d’Infanteria Tedesca sotto il Rè Catolico Filippo secondo nella speditione di Portogallo, e Commandante supremo nella Gallia Narbonese, e nella Borgogna. Heroe, che, doppo essersi segnalato da per tutto in Campo di Marte, cedendo finalmente alla prepotenza di Morte l’anno 1600. e ridottosi alla Tomba più non guerreggia.

Ne lungi spicca la memoria del senior Canonico, Arcidiacono, e Sommo Scolastico Gio: Giovanni Giovanni Battista Melchiori, Soggetto di sperimentata virtù in ardui negotij, e Legationi sostenute per la Chiesa di Trento; come risulta in marmo a lettere d’oro.