Pagina:Una sfida al Polo.djvu/218

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
212 capitolo xvi.


— Andate a prendere le vostre pelli di lontra e salite con noi. In un paio d’ore saremo al forte.

— Che macchine meravigliose s’inventano oggi!... — esclamò il cacciatore. — Grazie, signore, siamo con voi. —

Cinque minuti dopo il treno riprendeva la sua corsa verso il settentrione, costeggiando la baia d’Hudson, e due ore più tardi giungeva dinanzi al forte di Churchill, il più settentrionale che la Compagnia abbia fondato su quelle sterminate plaghe spazzate dagli uragani polari.