Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/201

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 185 —


Nina gli rispose fremente:

— La contano a lui, dopo che l’avete messo in croce come Gesù Cristo?

— Bel guadagno ci ho fatto colla vostra zolfara! Io non ho più danari da buttarci dentro.

— Vi mancano i denari adesso! — osservò Bellòmo.

— Mi mancano e non mi mancano. Ecco, vi porto una parabola: — Rametta si rivolse a Matteo che era il più riottoso. — Tu sei all’osteria per berne un mezzo. Dici: Quanto questo mezzo? Dice: Tre soldi. Ma tu hai in tasca soltanto due soldi. Allora posi il bicchiere.

— Quest’altra del bicchiere adesso! — borbottò Matteo accigliato e diffidente.

— Non mi capisci. Non ti conviene! — ribattè don Nunzio sof-