Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/44

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 28 —

sando la mano familiarmente sul capo della sposa — invece tuo suocero ha portato a casa sua!

— E come! E come! — esclamò il marchese sorridendo maliziosamente.

Ma don Rocco continuò senza badargli:

— Che uomo quel Rametta! Un naso! un colpo d’occhio!... Se don Nunzio Rametta si mette in testa di avere il cappello del Padre Eterno, ci arriva! Tu sei proprio fortunata, cara Nina!

— Eh, non sposa mica lui! — interruppe la marchesa con una risatina imprudente che mise un po’ di freddo nella conversazione.

Don Rocco si accalorò sempre più:

— E il figlio meglio del padre! Vedrete! Quando m’accorsi di quel telegrafo colla finestra qui dirimpetto....