Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/76

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 60 —

scamente a Sidoro, che accorreva col cordiale. — Ma che rosolio! Un bicchier d’acqua.

— Sidoro, un bicchier d’acqua — ordinò il barone, bianco come un cencio. — Io no, non posso.

— Avete ragione. A voi è toccata questa! — gli disse don Nunzio pietosamente.

E povero diavolo a cui era toccata cadde a sedere colle gambe rotte, balbettando:

— Scusate.... scusatemi tutti, signori miei....

— Ma perdonate, caro don Nunzio, questa dell’acqua poi si sapeva — osservò il marchese.

— Si sapeva e non si sapeva. Andate a vedere adesso!

— Un mare! Ci si affoga! — aggiunse Luciano.

— Parla tu, Luciano, che c’eri!