Pagina:Verga - Don Candeloro e C., 1894.djvu/51

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Le marionette parlanti 43




E ci aveva pure un’altra spina nel cuore il povero vecchio, al vedere la condotta che teneva la figliuola, e rodendosi internamente contro quella bestia di Martino che non si accorgeva di nulla. Accettava, è vero, per amor della pace, le cortesie e gli inviti a cena dei protettori che la figliuola sapeva trovare in ogni piazza; si lasciava mettere in fondo alla tuba il cartoccio coi dolci o gli avanzi del desinare per la sua vecchiarella che aspettava a casa; ma stava a tavola di mala voglia, senza alzare il naso dal piatto, col cuore grosso. E vedendo Martino che macinava a due palmenti, cuor contento, quell’altro! gli dava fra sè certo titolo che non aveva mai portato, lui!...

— Ah, no! Non nacqui sotto quella stella, io!