Pagina:Verga - Eros, 1884.djvu/103

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



XIX.


I giorni seguenti trascorsero in alternative di speranze e di timori per la vita della giovinetta. Alberto non ardiva più comparirle dinanzi e domandava sempre sue notizie, inquieto, agitato, più sofferente di lei. Se fosse morta gli sarebbe parso di aver commesso un assassinio.

Finalmente Adele migliorò; ma come andava inoltrandosi nella convalescenza, mostravasi più fredda e riservata verso di lui, cercava mille pretesti per non ricevere le sue visite, evitava di rispondergli e di guardarlo in faccia. Finalmente un bel mattino capitò in camera sua lo zio Bartolomeo, il quale, dopo avergli parlato della pioggia e del bel tempo, quasi non sapesse da che parte incominciare, gli disse infine, con mille proteste di rincrescimento, che quanto a matrimonio non se ne sarebbe fatto nulla, almeno pel momento.

— Adele non vuole sentirne parlare. È un capriccetto