Pagina:Verginia.djvu/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ARGUMENTO.


Virginia amando, el Re guarisce, et chiede
Di Salerno el gran Principe in marito;
     Qual costretto a sposarla, e poi partito
     Per mai tornar fin che viva si vede:
Cerca Virginia scrivendo mercede,
     Ma el Principe da molta ira assalito,
     Le dimanda s’a lei vuol sia redito
     Dua condition qual impossibil crede:
Però Virginia sola et travestita
     Partendo, ogni impossibil conditione
     Adempie al fin con prudentia infinita:
Onde el Principe pien d’ammiratione
     Lei di favore et gratia rivestita
     Sposa di nuovo, con molta affettione.


PROEMIO.


Donne che di bellezza & castitate
Vincete el Sole, et vincete Diana,
     Et voi fama et honor di nostra etate,
     Non huomin, anzi dei in carne humana
     Et quai certar con ogni antiquitate
     Potete, et vincer la gloria Romana;
     Se mortal prego ha in voi loco, o potentia,
     Non ne negate benigna audientia;
Voi udirete el mirabil ingegno,
     L’alta prudentia, l’impossibil cosa,
     Patientia, costantia, in ira, et sdegno,
     Virile ardire, et impresa dubbiosa,
     Co’l qual per venne al fine, al suo disegno
     Una donna prestante et virtuosa


A         ij