Pagina:Versi di Giacomo Zanella.djvu/418

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
404 martino.

Che lungi lo trabalzano dal porto,
Riman ludibrio l’infelice; e segue
285A far, non punto accorto
Delle interne battaglie e degli affanni,
Quanto fatto egli avea da’ suoi primi anni.





Fine.